Vai ai contenuti

Menu principale:


La Nostra Lingua Italiana

Teatro Civile

EducaCi
Associazione per l'educazione civile

Nell’ambito delle celebrazioni del
150.mo dell’Unità d’Italia ( 1861-2011 )


EducaCi-Teatro
presenta

LA NOSTRA LINGUA ITALIANA
POESIA ITALIANA DEL ‘900
(dal Decadentismo alla Neo-Avanguardia)

Letture teatrali e canzoni

Alberto Anzalone Valeria Pellecchia
Irene Prunai Magalì Prunai
Alberto Ricci Cristina M. Rossi
Lidia Sampaoli Marco Torricelli

con la partecipazione di
Mario Toffoli


Ideazione, testi e regia
Vincenzo Cutolo

Poesia
è il mondo l’umanità
la propria vita
fioriti nella parola
la limpida meraviglia
di un delirante fermento
G. UNGARETTI

Giovedì 7 aprile 2011, ore 20.00
Teatro Istituto scolastico “Cardano”, via Natta 11 Milano
INGRESSO LIBERO

DECA DENTISMO

Giovanni Pascoli
La mia sera
La vertigine

Gabriele D’Annunzio
La pioggia nel pineto

Intermezzo musicale:
Come le rose (Genise-Lama)


ERMETISMO

Giuseppe Ungaretti
Dove la luce
Vanità
I fiumi
Veglia
Ogni anno, mentre scopro che Febbraio
La madre

Eugenio Montale
Meriggiare pallido e assorto
Spesso il male di vivere
Forse un mattino
Noi non sappiamo
E’ ridicolo credere
Avrei voluto sentirmi
Piccolo testamento
Xenia, II, 5

Alfonso Gatto
Un’alba
All’altezza dei gridi
Lelio


Mario Luzi
Come tu vuoi
A un fanciullo
Ah quel tempo è un barbaglio
Copia da Ronsard/ Per la morte di Maria

Salvatore Quasimodo
Cavalli di luna e di vulcani
Al padre
Lamento per il Sud
Ed è subito sera
Anno Domini MCMXLVII
Uomo del mio tempo
Alle fronde dei salici


Intermezzo musicale:
Oltre il ponte (Calvino-Liberovici)


TRA RONDISMO E REALISMO

Vincenzo Cardarelli
Estiva
Ottobre
Passato
Alla Morte

Umberto Saba
Città vecchia
Ulisse
Il torrente
Preghiera alla madre

Cesare Pavese
Lo steddazzu
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi

Intermezzo musicale:
La canzone di Marinella (F. De André)


NEO-AVANGUARDIA

Edoardo Sanguineti
Questo è il gatto con gli stivali
Ballata della guerra
Nella mia vita ho già visto

Intermezzo musicale:
La nostra lingua italiana (R. Cocciante)



Alla costruzione della “Nazione Italia” ha molto contribuito la nostra lingua, fin dai tempi di Dante.
Per celebrare il 150.mo dell’Unità d’Italia, EducaCi-Teatro offre perciò un omaggio alla lingua dei poeti del nostro Novecento (scelti fra le quattro maggiori stagioni letterarie). Undici poeti e quarantaquattro poesie. Poeti provenienti da regioni diverse (Emilia-Romagna, Abruzzo, Toscana, Liguria, Campania, Sicilia, Lazio, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte), ma uniti insieme – nell’espressione artistica – dalla comune lingua nazionale.
L’antologia non ha potuto comprendere (per motivi di spazio) crepuscolari, orfici, futuristi, voci di Pasolini, Sinisgalli, Merini, Bertolucci, Sereni, Penna, Zanzotto, Caproni, poesia nuova di Porta, Pagliarani, Giudici. E inoltre essa rende soltanto in parte la ricchezza del canto dei poeti presentati.
Ma nei versi che il pubblico ascolterà sono le più alte vette della poesia nostra del Novecento, “fiori” rari e sublimi. Auspichiamo che le voci prescelte esortino ciascuno a leggere (o a rileggere) l’intero patrimonio della nostra poesia.
E a sentirsi orgogliosi della nostra cultura nazionale.



Via Poggibonsi, 14 - 20146 Milano - Tel 0240073765 - Cell. 3356447149 | cutolo.vincenzo@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu